Il Presidente aspetta una proposta per agire di conseguenza. Postazioni e nomi della Lega non si toccano, in Giunta per Fd’I ci va Latronico?

di Angelomauro Calza

La notizia è che Vito Bardi questo pomeriggio alle 17 all’incontro promosso a Roma dalla Lega per iniziativa di Roberto Marti e Pasquale Pepe non ci sarà (forse in videocall?).

Gli altri invece saranno riuniti per discutere della crisi. Pare che il Presidente sia giunto ad una conclusione che sostanzialmente si potrebbe riassumere in una semplice riflessione: “io la Giunta l’ho fatta, ho lasciato una porta aperta, ora mi si chiede di apportare un qualche correttivo.

Il senatore Pasquale Pepe

Il Vice Presidente della Comissione Antimafia, il senatore Pasquale Pepe

Sono disponibile a ricompattare la maggioranza con cui abbiamo vinto le elezioni, discutete e fatemi una proposta”. E la proposta, ovviamente, non potrà prescindere dal rinnovo della richiesta di due assessorati da parte di Fratelli d’Italia.

Cosimo Latronico

Alla fine quasi certamente ci si accorderà per una sola postazione in Giunta, e uno tra Acito e Bellettieri sarà sacrificato: Bardi dopo aver voluto Vincenzo Baldassarre con insistenza tale da fargli abbandonare il partito, di sicuro non lo sostituirà. Situazione quindi che si presenta come avevamo anticipato sin da martedì scorso, quando demmo notizia della riunione un attimo dopo l’annuncio dell’entrata di Rocco Leone nel partito della Meloni. Di certo e corazzato ci sta solo che uomini, donne e postazioni della Lega non si toccano. Si parte da questo. Ma chi entrerebbe, allora? E al posto di chi? Beh, da ieri è primavera, gli uccellini sono arrivati numerosi, volano di ramo in ramo, di finestra in finestra e cinguettano gioiosamente spargendo guano sui davanzali, è vero, ma captando voci, desiderata e pettegolezzi: dentro Cosimo Latronico quasi certamente probabilmente fuori Dino Bellettieri, ma solo per una questione di riequilibrio territoriale. Non trascuriamo però Gianni Rosa, sempre pronto a recitare la parte della Fenice che rinasce ogni volta più forte.

© copyright www.angeloma.it – è consentita la riproduzione anche parziale a scopo di critica, confronto e ricerca purché con citazione