“E’ giunto il momento che la rabbia di molta gente si traduca in voti”. “Vorremmo che la Basilicata non sia travolta dal trend negativo che sta penalizzando l’Italia”
di Angelomà

Sono arrivati a Potenza Bruno Tabacci e anche Angelo Sanza per la presentazione alla stampa della Lista del Presidente Trerotola.
Angfelo Sanza (ph. Luisa Calza)

Angfelo Sanza (ph. Luisa Calza)

Location della kermesse anche stavolta il Main Street di via del Gallitello. Anfitrione e moderatore Gigi Scaglione. Angelo Sanza ha tenuto a sottolineare una volta di più il gradimento verso il candidato Presidente, Carlo Trerotola, “espressione sana, pura e genuina della società lucana” che “non potrà che riavvicinare alla politica e al voto tanti cittadini lucani”. Bruno Tabacci ha concluso l’incontro con un intervento di largo respiro, che ha toccato temi attuali che “vedono emergere l’incompetenza di molti rappresentanti dell’attuale maggioranza di Governo. Nel mio ultimo intervento alla Camera – ha detto – ho dovuto spiegare agli incompetenti che mi ascoltavano come il 2 giugno del 1946 per la prima volta hanno votato anche le donne, in un’Italia ad altissimo tasso di analfabetismo: scelsero ed elessero 573 deputati che rappresentavano per il 75 per cento il meglio che c’era in questa giovane Repubblica: professori, studiosi, giuristi, gente competente nelle professioni. Il restante 25 per cento erano partigiani, che si erano meritati la presenza in Parlamento.

l'on. Bruno tabacci

l’on. Bruno tabacci

Insomma, il meglio. Come è possibile allora – ha chiesto e si chiede Tabacci – che oggi, con una Italia alfabetizzata al 100 per cento, ci siano tanti incompetenti scelti dal popolo italiano”? Tabacci ha anche parlato di politica economica, evidenziando come a suo parere reddito di cittadinanza e quota 100 potrebbero in breve tempo portare l’Italia ad una situazione debitoria irrimediabile: “è – ha detto – una semplice questione di economia domestica: se io devo chiedere credito a qualcuno, me lo tengo buono, non sparlo di lui se so che deve farmi  credito. E se so che non potrò spendere quanto speso l’anno precedente, non metto in programma un viaggio se ho un figlio che studia: investo su di lui, viene prima lo studio, rinuncio allo svago. Basterebbe al Governo  mutuare questa piccola regola per riuscire a fare molto meglio di quanto sino ad ora ha fatto e di quanto prevede di fare”. “c’è un tempo nuovo – ha detto Aurelio Pace, consigliere uscente e ricandidato – un tempo in cui la rabbia di molta gente vuole e deve tradursi in voti. La delusione è già diventata rabbia. Il tema di ricostruire spazio di fiducia è affidato alla politica. Dobbiamo chiedere scusa ad ogni ragazzo giovane che va via da questa regione e a cui non abbiamo saputo dare una risposta. Noi vogliamo partire proprio da questo: dalle cose che non abbiamo saputo fare.

Aurelio Pace

Aurelio Pace

Ci sono cose buone, ma la gente non ci chiede di parlare delle cose buone ma di dare fiducia e un anelito di futuro a un figlio che se ne va perché di quelle cose buone non  ne ha avute abbastanza”. Massimo Maria Molinari ha detto di essersi candidato “per la resistenza in questa Basilicata. Un trade union tra “re” e “esistenza”: vogliamo sia che esista la Basilicata sia che resista a quella che è una spinta populista e demagogica che non porta da nessuna parte. Tutti gli indicatori in Italia ci fanno comprendere come siamo in piena recessione. Noi vorremmo che la Basilicata non sia travolta da questo trend assolutamente negativo. Nel suo intervento Carlo Trerotola ha invece sottolineato ancor auna volta come la sua sia una candidatura di servizio ai cittadini e non a partiti o personaggi politici, nella consapevolezza che la Basilicata ha bisogno di riacquistare l’entusiasmo necessario per fronteggiare il populismo deleterio con una espressione di voto che premi chi ha avuto il coraggio di mettersi in gioco senza retropensieri e senza calcoli, ma con spirito di servizio a disposizione della intera comunità regionale.

il tavolo della presidenza (ph. Luisa Calza)

il tavolo della presidenza (ph. Luisa Calza)

momenti della presentazione (2)

momenti della presentazione (2)

momenti della presentazione (3)

momenti della presentazione (3)

momenti della presentazione (4)

momenti della presentazione (4)

momenti della presentazione

momenti della presentazione