Il Ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, appena saputo della rielezione di Giulio Gerrara a Presidente Cotrab nonostante una condanna definitiva per per violenza sessuale ai danni di una dipendente, è intervenuta chiedendo la rimozione dall’incarico dello stesso Ferrara, ma la vera novità destinata a far parlare è la volontà di emanare una norma che eviti nel futuro la possibilità del ripetersi di situazioni similari.
Apprendo dai giornali che il sig. Giulio Ferrara e’ stato rieletto presidente del Consorzio trasporti Basilicata, pur a seguito di una condanna in via definitiva per violenza sessuale su una dipendente. Sono sgomenta come donna, prima ancora che come ministra dei trasporti. Ho messo’ in atto tutto quanto nelle mie possibilità affinché venga rimosso dall’incarico. Intendo, inoltre, proporre una norma con la quale chi ha subito condanne per gli stessi motivi del sig. Ferrara non acceda mai più a simili incarichi”. La norma servirebbe a sanare la situazione che a Cotrab e in Basilicata si vive in questo frangente: nessuno pare volere più Ferrara come Presidente, ma nessuno ha il potere di rimuoverlo. Solo le sue dimissioni volontarie sbloccherebbero tutto, oppure le dimissioni del CdA che costringerebbe a rifare tutto daccapo, ma con i tempi, i soliti tempi lunghi, della burocrazia italiana.

.