Il cibosofo e l’olivo

Il cibosofo e l’olivo

Racconti e   leggende sulla pianta dell’olivo si susseguono e si rincorrono nella letteratura antica , il poeta Omero nell’Iliade e nell’Odissea  la cita in diversi occasioni  e racconta di Ulisse che costruisce il suo giaciglio in un albero...
Il cibosofo e le lenticchie

Il cibosofo e le lenticchie

Nelle feste di Natale molti clienti mi chiedono il valore simbolico delle lenticchie a capodanno e il suo significato. Le lenticchie, alimento base per i popoli nomadi fin dal Neolitico, assumono fin dalla coltivazione un significato ben augurale. La loro coltivazione...
Il cibosofo e il Natale

Il cibosofo e il Natale

Arriva Natale, facilmente ci si lascia andare a ritroso nel tempo, con i pensieri e solo con quelli per fortuna, a ricercare profumi e sapori ormai perduti. Natale per noi significava tornare a casa dalle scuole fuori regione, dopo aver vissuto per mesi in convitto...
Ma quanto cavolo mangi?

Ma quanto cavolo mangi?

Tempo di neve, odore di cavolo! Verdura principe delle cucine invernali, il cavolo a tavola racconta la storia attraverso il suo caratteristico odore. La sua presenza in cucina si avverte immediatamente dal profumo, o lezzo, che produce durante la cottura, causato...
Il cibosofo e il baccalà, il pesce che non è pesce

Il cibosofo e il baccalà, il pesce che non è pesce

Qualcuno si chiederà che c’entra il baccalà con la cucina di montagna !? domanda più che legittima ed a giusta ragione. Il baccalà è un pesce d’acqua salata, non viene pescato nei nostri mari, ma il suo metodo di lunga conservazione rappresentava una forma di sostegno...
Il cibosofo e la pizza

Il cibosofo e la pizza

I Napoletani prendono la loro pizza molto seriamente. I puristi, sostengono che esistono solo due vere pizze: la “Marinara” e la “Margherita”, ed è tutto ciò che servono. La Marinara è la più antica e ha un condimento di pomodoro, origano, aglio, olio extra-vergine...